A NAPOLI

Disponibile ora su

Santa Lucia Luntana

Anima e cuore. Voce e pianoforte insieme a sfogliare pagine dell’intramontabile canzoniere napoletano. Mafalda mi invita generosamente a viaggiare con lei in questo affascinante universo e io rispondo con il suono e l’aura della mia “città invisibile”, come quella inventata da Italo Calvino. Attraverso questa città navighiamo con gli occhi chiusi e il cuore aperto … ci perdiamo, ci lasciamo condurre da sentieri sconosciuti e incroci improbabili. Si sente un suono in lontananza, un sibilo, un sospiro appassionato echeggia nella notte stellata. La musica, grande Madre degli incontri, ci benedice e ci guida in questo viaggio nel tempo e nello spazio. Navigare è necessario! Grazie mille! [André Mehmari]

 

Cantare Napoli è svelare un mistero di intrecci e trame, di tante vite di eroine ed eroi che hanno lasciato traccia nei secoli, mossi da vera passione. Cantare Napoli è entrare nella storia delle genti e dei popoli che hanno percorso i suoi vicoli che arrivano al mare. È l’anonimo Donizetti che strizza l’occhio a Pulcinella che danza con la bella Sofia che rende omaggio alla Regina Margherita. Cantare Napoli è celebrare l’amore ed inchinarsi alla sua preziosa bellezza. “Vedi Napoli e poi muori” scrisse il poeta, struggendosi di malinconia nel lasciarla. Cantare Napoli è scoprirla nel Principe di “A livella”, nelle armonie di Pino, nella voce di Massimo e raccontarla attraverso i mille personaggi del suo eterno presepio vivente. Bisogna farlo con umiltà, coscienza e libertà e Andrè Mehmari lo ha fatto, ponendo la sua immaginazione e l’immenso talento a servizio di queste melodie eterne. [Mafalda Minnozzi]

Cover by Marco Milanesi